testata 2019

testata smart 2019

ico ministeri md

ico enti locali md

ico sanita md

ico privato sociale md

ico ministeri lg

ico igiene ambientale md

ico vigili fuoco md

ico sicurezza md

ico enti locali lg

ico sanita pubblica lg

ico sanita lg

ico privato sociale lg

ico igiene ambientale lg

ico vigili fuoco lg

ico sicurezza lg

ico ministeri sm

ico enti locali sm

ico blog md

ico regione md

ico info md

ico blog lg

ico sanita sm

ico regione lg

ico privato sociale sm

ico igiene ambientale sm

ico info lg

ico vigili fuoco sm

ico sicurezza sm

ico regione sm

ico info sm

FP CGIL E CISL FP: VENGONO PROROGATE LE CARICHE DI PRESIDENTE E CONSIGLIERI MA NESSUNA APERTURA PER I LAVORATORI CHE ASPETTANO L’EQUIPARAZIONE DELL’INDENNITA’ DI AMMINISTRAZIONE

Con un incredibile colpo di mano, è passato nella approvazione della Legge n. 79 del 29 giugno 2022, di conversione del Decreto Legge n. 36 del 2022, sulle ulteriori misure urgenti per l'attuazione del PNRR, un emendamento che innalza a 6 anni, dai 4 attuali, il mandato del Presidente e dei Consiglieri dell'ANVUR. Così, il Consiglio Direttivo dell'agenzia nazionale che si occupa di valutare le università e la ricerca, già tra i meglio pagati d'Europa, è ora anche tra i più longevi.

Ma l'approvazione di quest’emendamento porta con sé un'ulteriore doccia fredda, interamente a scapito dei lavoratori dipendenti dell’ANVUR.

Spiace rilevare come la proroga del mandato è infatti l’unica voce approvata dell'emendamento che avrebbe consentito il riconoscimento della perequazione dell’indennità di amministrazione per i lavoratori dell’ANVUR, esclusi dal DPCM del 23 dicembre 2021, che la ha aumentata a tutti lavoratori dei Ministeri ma ha escluso quelli delle Agenzie come l'ANVUR, che pure adottano lo stesso CCNL: approvato l’allungamento del mandato per Presidente e Consiglieri, stralciato l’innalzamento della indennità di amministrazione ai salariati

L’armonizzazione dell’indennità di amministrazione è una misura perequativa, che si attendeva da tempo per cui i lavoratori di ANVUR si sono mobilitati con un presidio sotto il Ministero dell’Università organizzato da FP CGIL e CISL FP, che avrebbe consentito ai lavoratori di avere il giusto riconoscimento sul fronte economico, e di vedersi riconosciuto lo sforzo portato avanti quotidianamente, al pari degli altri lavoratori dei Ministeri, in una condizione di grave sotto organico, a fronte di un incremento esponenziale degli ambiti di operatività dell'Agenzia e conseguentemente dei carichi di lavoro.

Come FP CGIL e CISL FP abbiamo ripetutamente chiesto all’amministrazione ANVUR interventi decisi sui vertici politici del MUR per risolvere la questione; ma ad oggi nessun avanzamento, anzi il 30 giugno scorso l’ANVUR ha prorogato per l’ennesima volta unilateralmente e senza il confronto previsto con le OOSS le posizioni organizzative. 

Come FP CGIL e CISL FP inoltre abbiamo più volte chiesto al Ministero dell’Università di aprire un tavolo permanente per la ricerca di soluzioni, anche a seguito dell’approvazione in sede di conversione del decreto sul PNRR di un ordine del giorno, presentato in maniera indipendente, che impegna il governo ad adottare soluzioni concrete pro-perequazione.

Purtroppo non abbiamo avuto nessun riscontro. Il Ministero sembra così essersi occupato solo della proroga delle poltrone.

Per i lavoratori dell'ANVUR si tratta di una ingiustizia intollerabile: come FP CGIL e CISL FP continueremo la mobilitazione affinché il MUR e il MEF mettano in atto tutti i provvedimenti necessari a sanare una disparità fra lavoratori pubblici che ha tutti i profili dell’incostituzionalità.

0
0
0
s2sdefault
powered by social2s

Questo Sito Utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione sul sito. Se vuoi saperne di più leggi la Cookies Policy. Cookies Policy