FP CGIL ROMA LAZIO

testata smart FPromalazio

ico ministeri md

ico enti locali md

ico sanita md

ico privato sociale md

ico ministeri lg

ico igiene ambientale md

ico vigili fuoco md

ico sicurezza md

ico enti locali lg

ico sanita pubblica lg

ico sanita lg

ico privato sociale lg

ico igiene ambientale lg

ico vigili fuoco lg

ico sicurezza lg

ico ministeri sm

ico enti locali sm

ico blog md

ico regione md

ico info md

ico blog lg

ico sanita sm

ico regione lg

ico privato sociale sm

ico igiene ambientale sm

ico info lg

ico vigili fuoco sm

ico sicurezza sm

ico regione sm

ico info sm

Con la notizia dei trasferimenti e dell’imminente chiusura del CARA di Castelnuovo di Porto, i lavoratori della Coop Auxilium, Siar e azienda Itaca lì impiegati sono da ieri in stato di agitazione.

Il 24 gennaio dalle 15 alle 18.30 Fp Cgil, Fisascat Cisl e Uil Fpl in presidio con i lavoratori sotto la sede del MISE, a via Molise (Roma), per scongiurare la crisi sociale, che, oltre allo sradicamento degli ospiti oramai integrati nel territorio, riguarda anche lavoratori e cittadini dell’area.

Attivata l'unità di crisi al MISE, con l'impegno a portare al Viminale la richiesta di sospensiva dei trasferimenti in corso. Convocazione del tavolo entro il 31: la mobilitazione andrà avanti fino a che non ci sarà certezza del futuro occupazionale dei 120 lavoratori impiegati. 

Leggi il comunicato precedente (21.1.2019)

La richiesta di convocazione del tavolo di crisi (25.1.2019)

Emergenza CARA e politiche di accoglienza: l'ordine del giorno approvato al XVIII congresso Cgil (24.1.2019)

0
0
0
s2sdefault
powered by social2s

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice. Leggi di più