FP CGIL ROMA LAZIO

testata smart FPromalazio

ico ministeri md

ico enti locali md

ico sanita md

ico privato sociale md

ico ministeri lg

ico igiene ambientale md

ico vigili fuoco md

ico sicurezza md

ico enti locali lg

ico sanita pubblica lg

ico sanita lg

ico privato sociale lg

ico igiene ambientale lg

ico vigili fuoco lg

ico sicurezza lg

ico ministeri sm

ico enti locali sm

ico blog md

ico regione md

ico info md

ico blog lg

ico sanita sm

ico regione lg

ico privato sociale sm

ico igiene ambientale sm

ico info lg

ico vigili fuoco sm

ico sicurezza sm

ico regione sm

ico info sm

Cgil Cisl Uil: “Subito confronto con la Regione: organici al collasso, posti dilavoro e lea non si toccano"

Duecentocinquanta posti di lavoro a rischio tra Asl Roma 2, Azienda ospedalieraSant’Andrea e Policlinico Tor Vergata. Fp Cgil Roma Eva, Cisl Fp Lazio e Uil Fpl Roma e Lazio denuncianola “pseudo-riorganizzazione” dei contratti in outsourcing che si abbatterà come un macigno sul sistemasanitario regionale. E promettono battaglia.“Si tratta di lavoratori altamente qualificati, in molti casi in servizio da anni e indispensabili al mantenimentodei livelli essenziali di assistenza, come certificato anche dalle Direzioni strategiche delle aziende all’attodella presentazione del Piano assunzionale 2019/2021, dove sono previsti contingenti ben piu numerosirispetto a quelli attualmente in servizio”, attaccano le tre sigle sindacali. “Sono lavoratori esternalizzatiimpegnati sia nei servizi di assistenza diretta (infermieri e Oss), che nei servizi di assistenza indiretta, come iltrasporto infermi, e che invece di essere stabilizzati ora rischiano di trovarsi senza lavoro: licenziati daaziende che operano già in grave carenza di personale”.“Un paradosso pericoloso tanto per i lavoratori, quanto per la tenuta del sistema sanitario regionale”,proseguono le federazioni di categoria di Cgil Cisl e Uil. “Chiediamo subito un intervento della RegioneLazio e l’apertura di un confronto con le organizzazioni sindacali: dobbiamo scongiurare riduzioniimmotivate ed ingiustificabili di personale, determinate da disposizioni aziendali come quella già prodottadalla Asl Roma 2 che prevede una diminuzione del 20%, a partire dal prossimo 1° giugno e che chiediamovenga immediatamente bloccata”.“Siamo pronti alla mobilitazione e giovedì 23 maggio i lavoratori della Coop Nuova Sair, in servizio pressol’Ospedale Pertini, saranno in presidio davanti alla direzione generale della Asl Roma 2. E l’8 giugnoinsieme a tutti i lavoratori dei servizi pubblici saranno in piazza a Roma per la grande manifestazionenazionale per i contratti, le assunzioni e le risorse”, concludono Fp Cgil Roma e Lazio, Cisl Fp Lazio e UilFpl Roma e Lazio. “Diciamo no a chi vuol far passare l’idea che ci siano lavoratori di serie A e lavoratori diserie B. E siamo pronti a difendere

0
0
0
s2sdefault
powered by social2s

Questo Sito Utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione sul sito. Se vuoi saperne di più leggi la Cookies Policy. Cookies Policy