FP CGIL ROMA LAZIO

testata smart FPromalazio

ico ministeri md

ico enti locali md

ico sanita md

ico privato sociale md

ico ministeri lg

ico igiene ambientale md

ico vigili fuoco md

ico sicurezza md

ico enti locali lg

ico sanita pubblica lg

ico sanita lg

ico privato sociale lg

ico igiene ambientale lg

ico vigili fuoco lg

ico sicurezza lg

ico ministeri sm

ico enti locali sm

ico blog md

ico regione md

ico info md

ico blog lg

ico sanita sm

ico regione lg

ico privato sociale sm

ico igiene ambientale sm

ico info lg

ico vigili fuoco sm

ico sicurezza sm

ico regione sm

ico info sm

Le segreterie provinciali delle organizzazioni sindacali rappresentative del Corpo di Polizia Penitenziaria, hanno proclamato lo stato di Agitazione del personale del carcere di Rieti e la sospensione delle relazioni sindacali con la Direzione dell’istituto Reatino a partire dal 09 Febbraio 2019. Bandiere esposte e sit in di protesta il 21.02.2019 davanti alla Casa Circondariale.

Queste le motivazioni:

"Non tolleriamo più lavorare senza un briciolo di Sicurezza, dove, “PER ULTIMO” la Direzione ha emanato un O.D.S. n° 13 del 31.01.2019 si evidenzia che il personale impiegato nei box dei vari piani detentivi, deve lasciare il proprio posto di servizio per recarsi all’interno dei reparti detentivi ( DA SOLO) per aprire le camere di pernottamento con le chiavi, permettendo ai reclusi di accedere ai locali passeggi, mettendo a repentaglio la propria incolumità e la sicurezza dell’istituto, scaricando le responsabilità della stessa di qualsiasi problematica avvenga al lavoratore che opera in condizioni precarie .

1) Dobbiamo smetterla di stremare il personale con turni stressanti, per la carenza Cronica di personale di Polizia Penitenziaria.

2) Chiediamo l’immediato trasferimento di tutti quei detenuti con problemi psichiatrici.

3) L’immediato intervento delle ditte per la manutenzione a 360° gradi sanando problematiche che persistono dal lontano 2015.

4) L’immediato rientro di tutto il Personale distaccato a vario titolo e grado.

Le scriventi OO.SS , non possono più tollerare lo stato di abbandono in cui versa l’Istituto Reatino. Nella fattispecie si rammenta la notevole carenza di personale di polizia penitenziaria (tutti i ruoli), con i quotidiani turni estenuanti ai quali si è costretti a compiere, bisogna far fronte i vari eventi critici nelle condizioni di cui sopra, a volte, anche con aggressioni ai danni dei Poliziotti Penitenziari, con il numero dei detenuti quasi raddoppiato rispetto alla capienza regolamentare.

Tutto quanto sopra alla luce di una Amministrazione “Sorda e Assente”.

In merito a quanto sopra, le scriventi OO.SS. oltre il Sit-in di protesta davanti l’istituto Reatino, si riservano di attivare una Manifestazione di Protesta al Provveditore della Regione Lazio, Abruzzo e Molise.

Siamo stanchi………Adesso basta……..non possiamo lavorare a rischio di provvedimenti Disciplinari per colpa di una Amministrazione Sorda e Assente……"

SAPPE Mascia 

OSAPP Spognardi 

UILPA Faraci 

SINAPPE Ansini 

USPP Giancamilli 

CISL Petrelli 

CGIL Di Domenico

Il comunicato (pdf)

0
0
0
s2sdefault
powered by social2s

Questo Sito Utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione sul sito. Se vuoi saperne di più leggi la Cookies Policy. Cookies Policy