testata 2019

testata smart 2019

ico ministeri md

ico enti locali md

ico sanita md

ico privato sociale md

ico ministeri lg

ico igiene ambientale md

ico vigili fuoco md

ico sicurezza md

ico enti locali lg

ico sanita pubblica lg

ico sanita lg

ico privato sociale lg

ico igiene ambientale lg

ico vigili fuoco lg

ico sicurezza lg

ico ministeri sm

ico enti locali sm

ico blog md

ico regione md

ico info md

ico blog lg

ico sanita sm

ico regione lg

ico privato sociale sm

ico igiene ambientale sm

ico info lg

ico vigili fuoco sm

ico sicurezza sm

ico regione sm

ico info sm

In data 23 giugno l'OPI (Organismo Paritetico per l'Innovazione) ha licenziato il testo che regolamenterà il lavoro da remoto in Città Metropolitana di Roma Capitale.
L'accordo è il frutto di un percorso sindacale iniziato durante la pandemia, periodo in cui il lavoro agile è servito per salvaguardare la salute di tutte e tutti , fino ad arrivare a quelli di novembre 2021 e marzo 2022 con i quali abbiamo tracciato la strada per la sua stabilizzazione e fare in modo che da remoto si potesse lavorare in modalità ordinaria.
Il testo fa riferimento ad una "sperimentazione" che non riguarda la modalità di comprendere se lo strumento funziona ma per ampliarne l'uso in vista dell'attuazione del PIAO, il documento unico di programmazione e governance che sostituirà una serie di procedure che finora le amministrazioni erano tenute a predisporre separatamente. Tra questi, i piani della performance, del lavoro agile (POLA) e dell’anticorruzione.

Lo schema prevede, come in precedenza, la volontarietà di adesione allo smart-workin tramite un accordo sottoscritto tra dirigente e dipendente ed ha semplificato i precedenti sistemi di attuazione prevedendo, per chi articola il proprio orario di lavoro su cinque giorni (indipendentemente dalle tipologie), due giorni in smart-working e tre in presenza mentre, per chi articola il proprio orario di lavoro su quattro giorni (4x9), di norma usufruirà di una giornata a settimana. Nell’accordo che le parti firmeranno saranno riportate le specifiche in merito alle giornate in cui usufruire dell’istituto contrattuale in base alle esigenze del servizio che la/il dirigente ha l’onere di organizzare.

L’assoluta novità è legata al luogo dove si svolge l’attività in lavoro agile “scelto discrezionalmente dal/dalla lavoratore/lavoratrice, ferma l’osservanza delle prescrizioni contenute nell’informativa sui rischi generali e specifici connessi con l’espletamento della prestazione lavorativa in modalità agile e nel rispetto delle regole di riservatezza […] e dovrà essere preventivamente comunicato alla struttura di appartenenza.”

Al momento il tavolo dell'OPI, per come configurato nel CCNL in vigore, non prevede la partecipazione della RSU ma sarà fatto un passaggio in tal senso per il ruolo che l'organismo ricopre, quale espressione di tutte le lavoratrici e tutti i lavoratori.

 
0
0
0
s2sdefault
powered by social2s

CONTATTI

RESPONSABILE:

TELEFONO:

INDIRIZZO E-MAIL:

 

Questo Sito Utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione sul sito. Se vuoi saperne di più leggi la Cookies Policy. Cookies Policy