testata 2019

testata smart 2019

ico ministeri md

ico enti locali md

ico sanita md

ico privato sociale md

ico ministeri lg

ico igiene ambientale md

ico vigili fuoco md

ico sicurezza md

ico enti locali lg

ico sanita pubblica lg

ico sanita lg

ico privato sociale lg

ico igiene ambientale lg

ico vigili fuoco lg

ico sicurezza lg

ico ministeri sm

ico enti locali sm

ico blog md

ico regione md

ico info md

ico blog lg

ico sanita sm

ico regione lg

ico privato sociale sm

ico igiene ambientale sm

ico info lg

ico vigili fuoco sm

ico sicurezza sm

ico regione sm

ico info sm

Dopo mesi di lavoro sindacale culminato in una diffida formale da parte dei nostri legali, il Direttore del Dipartimento Organizzazione e Risorse Umane di Roma Capitale riconosce l’incomprimibilità del diritto ai benefici della legge 104 anche per i lavoratori in part time (verticale o misto) superiore al 50%: in sostanza anche loro possono usufruire di tutti e tre i giorni di permesso al mese previsti dalla Legge.
Viene sanata in questo modo l’incongruenza delle disposizioni interne rispetto alla Corte di Cassazione (sentenze n. 22925/2017 e n. 4069/2018), ma anche rispetto al CCNL Funzioni Locali siglato a fine 2018.
Nel Contratto Nazionale venivano infatti recepite le sentenze della Cassazione che imponevano di considerare i permessi ex lege 104 come contributi del sistema di Welfare, e non come collegati “patrimoniali” del contratto; perciò l’ultima istanza del nostro sistema giudiziario stabiliva che questi benefici dovessero essere riparametrati alla percentuale di part-time solo se inferiore al 50% dell’orario intero.
Abbiamo seguito per mesi la battaglia di una dipendente comunale che intendeva far valere il suo diritto in conformità al contratto nazionale ed alla giurisprudenza; la mancanza di azioni che dessero seguito alle nostre rimostranze ci ha convinti ad intervenire con una formale diffida da parte dei nostri legali. A pochi giorni dall’invio della diffida ecco finalmente la circolare dell’ufficio del Personale che sgombera definitivamente il campo da ogni interpretazione scorretta fin qui tenuta dal Comune, e che ribadisce una volta di più un principio cardine della nostra giurisprudenza: nessuna circolare interna di qualsivoglia amministrazione pubblica può trovarsi in contrasto con fonti giurisprudenziali di valenza generale. Un risultato importante per tutti i lavoratori di Roma Capitale, raggiunto grazie alla tenacia della dipendente, e non da ultimo, alla nostra assistenza.

Scarica la Circolare del 18 Dicembre
Scarica la nostra lettera di rimostranze
Scarica la diffida dei nostri legali

0
0
0
s2sdefault
powered by social2s

CONTATTI

RESPONSABILE:

TELEFONO:

INDIRIZZO E-MAIL:

 

Questo Sito Utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione sul sito. Se vuoi saperne di più leggi la Cookies Policy. Cookies Policy