testata 2019

testata smart 2019

ico ministeri md

ico enti locali md

ico sanita md

ico privato sociale md

ico ministeri lg

ico igiene ambientale md

ico vigili fuoco md

ico sicurezza md

ico enti locali lg

ico sanita pubblica lg

ico sanita lg

ico privato sociale lg

ico igiene ambientale lg

ico vigili fuoco lg

ico sicurezza lg

ico ministeri sm

ico enti locali sm

ico blog md

ico regione md

ico info md

ico blog lg

ico sanita sm

ico regione lg

ico privato sociale sm

ico igiene ambientale sm

ico info lg

ico vigili fuoco sm

ico sicurezza sm

ico regione sm

ico info sm

Dal decreto "Cura Italia" alle successive circolari INAIL , si disciplina la tutela dei lavoratori dipendenti e assimilati (soci - lavoratori di cooperative, collaboratori occasionali ed altri) che contraggono il contagio da Covid 19 in occasione di lavoro, compreso l'itinere. 

IN QUALI CASI
Primo caso: Lavoratori ad elevato rischio di contagio - personale che opera negli ospedali, nelle case di riposo e in altri ambiti sociali pubblici e privati. Come: professionisti sanitari medici, infermieri, tecnici sanitari, OSS ed altri operatori sanitari.
Secondo caso: Lavoratori che sono a contatto diretto con l’utenza - addetti ai front-office, alla cassa, alle prenotazioni; come pure tecnici ospedalieri, addetti alle pulizie o al trasporto di persone in ambienti sanitari e similari, ecc. (si presume che il contagio dipenda dalla propria attività lavorativa, il lavoratore non deve fare niente altro che comunicare gli estremi del certificato medico)
Terzo caso: Lavoratori che svolgono attività diverse dai casi sopra citati, che comunque ritengano di aver contratto il virus a causa del loro lavoro, possono ottenere la tutela dell’Infortunio Covid-19. (in questo caso è necessario un accertamento medico-legale, l’onere della prova è a carico del lavoratore)

COME FUNZIONA

Indennizzo INAIL

L’indennizzo INAIL viene riconosciuto a fronte della certificazione medica
L’indennizzo viene riconosciuto dal primo giorno di contagio oppure dal primo giorno della quarantena (in caso di accertamento diagnostico in tale periodo), fino a guarigione clinica
I casi denunciati come malattia possono essere riconvertiti in infortunio Covid-19

Obblighi verso INAIL
Il datore di lavoro ha l’obbligo di denunciare l’infortunio
Il medico ha l’obbligo di trasmettere il certificato di infortunio
Infortuni covid in itinere
sono riconosciuticome infortunio covid19 i casi in cui il contagio avviene nel tragitto casa-lavoro
l’inail ha precisato che per tutta la durata dell’epidemia sarà consideratocome mezzo di tarsporto riconosciuto per lo spostamento in itinere non solo quello pubblico ma anche quello privato (essendo meno rischioso sotto il profilo del contagio)

Decesso per Covid19
Ai superstiti dei lavoratori deceduti a seguito di infortunio Covid 19 viene riconosciuta una somma una tantum in aggiunta alla rendita ai superstiti riconosciuta dall'Inail e all'assegno funerario.

LA CGIL TI SUPPORTA!

Contatta il nostro sportello #SosEffepi inviando un messaggio al 348 691 9161 o contatta le sedi INCA CGIL Roma Lazio attraverso il numero unico 06 73100700 o scrivendo a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

IL VOLANTINO INCA FP CGIL (PDF)

0
0
0
s2sdefault
powered by social2s

Questo Sito Utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione sul sito. Se vuoi saperne di più leggi la Cookies Policy. Cookies Policy