testata 2019

testata smart 2019

ico ministeri md

ico enti locali md

ico sanita md

ico privato sociale md

ico ministeri lg

ico igiene ambientale md

ico vigili fuoco md

ico sicurezza md

ico enti locali lg

ico sanita pubblica lg

ico sanita lg

ico privato sociale lg

ico igiene ambientale lg

ico vigili fuoco lg

ico sicurezza lg

ico ministeri sm

ico enti locali sm

ico blog md

ico regione md

ico info md

ico blog lg

ico sanita sm

ico regione lg

ico privato sociale sm

ico igiene ambientale sm

ico info lg

ico vigili fuoco sm

ico sicurezza sm

ico regione sm

ico info sm

10 anni dalla morte di Stefano. 10 anni di un calvario giudiziario che nella narrazione collettiva ha lasciato prima sola la famiglia a gridare rispetto, verità e dignità per Stefano. Poi, grazie anche alla tanta umanità che li ha circondati da subito, il velo è caduto e si è cominciato ad andare verso una direzione precisa: una nuova lettura, fondata sulla promozione dei diritti umani, e una nuova fase processuale che si fonda sul ripristino di un corretto rapporto tra cittadini e istituzioni, che riparte dalle effettive responsabilità. Stefano è e resta una ferita di Stato: giustizia e democrazia non possono darsi, senza umanità.
Quell’umanità in marcia che vede anche noi da sempre a fianco di Ilaria e Stefano, insieme a tutta quella società civile che nel tempo è andata crescendo. E che non crede e non accetta che i diritti umani vengano calpestati.
Siamo la categoria che rappresenta i lavoratori e le lavoratrici del pubblico impiego. Ogni professione che compone – persona per persona, ruolo per ruolo – quei servizi pubblici che difendiamo perché rispondono e rendono vivi i diritti della persona. Quanto la nostra Costituzione vuole e definisce come universali: per tutti, tutti i giorni.
Con la Cgil e la Fiom di Roma e Lazio, siamo tra i sostenitori del 5° memorial per Stefano: domenica 13 ottobre dalle 9.00 presso il Parco di Torre del Fiscale (via di Torre Branca, Roma), parteciperemo alla maratona sociale e saremo presenti con uno stand dove, con alcuni laboratori (dalle 10 alle 12), daremo spazio al lavoro pubblico, per ricordare chi siamo: donne e uomini al servizio dello stato e dei cittadini. Perché violenze, abusi e coperture non si ripetano e non gettino ombre su un sistema istituzionale nato per difendere, tutelare, garantire diritti a ognuno di noi.

Guarda il video:

 

La locandina del 5° memorial

0
0
0
s2sdefault
powered by social2s

Questo Sito Utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione sul sito. Se vuoi saperne di più leggi la Cookies Policy. Cookies Policy