FP CGIL ROMA LAZIO

testata smart FPromalazio

ico ministeri md

ico enti locali md

ico sanita md

ico privato sociale md

ico ministeri lg

ico igiene ambientale md

ico vigili fuoco md

ico sicurezza md

ico enti locali lg

ico sanita pubblica lg

ico sanita lg

ico privato sociale lg

ico igiene ambientale lg

ico vigili fuoco lg

ico sicurezza lg

ico ministeri sm

ico enti locali sm

ico blog md

ico regione md

ico info md

ico blog lg

ico sanita sm

ico regione lg

ico privato sociale sm

ico igiene ambientale sm

ico info lg

ico vigili fuoco sm

ico sicurezza sm

ico regione sm

ico info sm


Domani 15 marzo anche la Fp Cgil di Roma e Lazio sarà in piazza per "FridaysForFuture - School Strike 4 Climate’, promosso dagli studenti di tutto il mondo per rivendicare il diritto ad un futuro su questo pianeta. Saremo alle 11.00 a Piazza Madonna di Loreto insieme a studenti e cittadini per chiedere un impegno forte del governo italiano e delle forze di tutto il mondo per affrontare il cambiamento climatico, la più grande sfida che abbiamo di fronte nel presente e per il futuro.

"Impostare un modello di sviluppo sostenibile per le imprese e per i territori, e far partire dal pubblico un progetto sistematico e complessivo che interessi nuove infrastrutture e nuovi modelli di produzione. Un aspetto fondamentale del piano straordinario degli investimenti che abbiamo chiesto con forza anche il 9 febbraio. Sicurezza e sostenibilità ambientale passano anche per l'organizzazione del lavoro e per la possibilità di ottimizzare gli spostamenti o le condizioni ambientali degli spazi in cui si lavora, migliorando le condizioni dei lavoratori e insieme riducendo emissioni e inquinamento. Mettere a sistema e far dialogare ricerca, nuovi modelli industriali, nuove opere e infrastrutture, così come introdurre norme stringenti e favorire nel sistema degli appalti acquisti sostenibili e materiali ecologici: è solo con una regia pubblica che regoli ogni aspetto, della mobilità, della produzione e del lavoro che un cambio di rotta è possibile, coniugando la crescita con la resilienza ambientale, soprattutto nelle grandi città e nei grandi plessi industriali. Le istituzioni di Roma e del Lazio devono fare di più, utilizzando ogni strumento programmatico e normativo che renda possibile ed evidente il cambiamento. È il cuore dell'agire politico e la prima responsabilità di chi governa, per il benessere dei lavoratori, dei cittadini e delle nuove generazioni, a cui noi tutti abbiamo il dovere di lasciare un pianeta migliore".

Così in una nota la Fp Cgil di Roma e Lazio.

0
0
0
s2sdefault
powered by social2s

Questo Sito Utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione sul sito. Se vuoi saperne di più leggi la Cookies Policy. Cookies Policy