FP CGIL ROMA LAZIO

testata smart FPromalazio

ico ministeri md

ico enti locali md

ico sanita md

ico privato sociale md

ico ministeri lg

ico igiene ambientale md

ico vigili fuoco md

ico sicurezza md

ico enti locali lg

ico sanita pubblica lg

ico sanita lg

ico privato sociale lg

ico igiene ambientale lg

ico vigili fuoco lg

ico sicurezza lg

ico ministeri sm

ico enti locali sm

ico blog md

ico regione md

ico info md

ico blog lg

ico sanita sm

ico regione lg

ico privato sociale sm

ico igiene ambientale sm

ico info lg

ico vigili fuoco sm

ico sicurezza sm

ico regione sm

ico info sm

La CGIL di Roma e del Lazio, insieme ad un largo fronte di associazioni, reti e singole realtà sociali del Lazio, promuove una grande manifestazione cittadina il 1° dicembre per testimoniare con forza i valori di solidarietà e giustizia sociale, contro tutte le mafie, le disuguaglianze e ogni forma di razzismo.

“Roma non sta a guardare”: l’impegno è chiamare a raccolta quella parte di società che crede nella solidarietà, nella giustizia sociale, contro tutte le mafie, le disuguaglianze e ogni forma di razzismo.
Sei1dinoi è il nome dell’alleanza cittadina che nasce da grandi e piccole realtà, laiche e cattoliche, tutte parte del tessuto sociale di questa città.
Insieme a noi, solo per citarne alcune, Rete Numeri Pari, Libera, Arci Roma, Movimenti per il diritto all’abitare, studenti medi e universitari (Rete degli Studenti, UDU, Link), Lunaria, Romaccoglie, Cinecittà Bene Comune, Baobab Experience, A buon Diritto, ASGI, Legacoop, Social Pride, la Casa Internazionale delle Donne.

È l’avvio di un percorso che ci vedrà impegnati su tutto il territorio cittadino e che si evidenzierà anche per il contrasto netto e deciso al decreto “immigrazione e sicurezza”, che porta il nome del viceministro Salvini.

Il 1 dicembre sarà un primo momento pubblico nel quale esprimere con forza i nostri valori, che sia di stimolo a un’amministrazione cittadina ancora poco impegnata contro la pericolosa stretta sulle politiche di accoglienza, che avrà ricadute negative anche per gli stessi Comuni, intervenendo pesantemente sul sistema Sprar.
“La sicurezza che cerchiamo è innanzitutto quella economica e sociale: lavoro, reddito e casa dignitosi. Una scuola e una sanità pubbliche, universali e efficienti”.
È quello per cui ogni giorno , come Funzione Pubblica, ci battiamo: nelle strutture sanitarie, nei centri di accoglienza, nelle prefetture, nei servizi educativi, dentro le istituzioni, dove siamo e lavoriamo.
Vogliamo Una città libera dalle Mafie e da ogni tipo di discriminazione e di razzismo, secondo i principi conquistati dalla Resistenza, sanciti dalla Costituzione e smarriti dalla Repubblica.

Appuntamento alle ore 14 a piazza della Repubblica, da lì partirà il corteo che raggiungerà piazza Madonna di Loreto.

Per maggiori informazioni e per firmare l’appello, vai qui: www.Sei1dinoi.org

Pagina Facebook: 1 di Noi
Evento Facebook: Sei 1 di noi – manifestazione cittadina

0
0
0
s2sdefault
powered by social2s

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice. Leggi di più