testata 2019

testata smart 2019

ico ministeri md

ico enti locali md

ico sanita md

ico privato sociale md

ico ministeri lg

ico igiene ambientale md

ico vigili fuoco md

ico sicurezza md

ico enti locali lg

ico sanita pubblica lg

ico sanita lg

ico privato sociale lg

ico igiene ambientale lg

ico vigili fuoco lg

ico sicurezza lg

ico ministeri sm

ico enti locali sm

ico blog md

ico regione md

ico info md

ico blog lg

ico sanita sm

ico regione lg

ico privato sociale sm

ico igiene ambientale sm

ico info lg

ico vigili fuoco sm

ico sicurezza sm

ico regione sm

ico info sm

Con grande entusiasmo, dopo lo stop causato su pandemia, anche quest’anno la FP CGIL Roma e Lazio sfilerà a Roma sul carro CGIL sventolando le nostre bandiere, in una giornata che sarà di festa collettiva e di lotta.  La politica non si adegua alla realtà dei fatti e l’Italia non riconosce, come altri Paesi europei pieni diritti alla comunità Lgbtq+, come ad esempio norme che consentano il pieno riconoscimento delle figlie e dei figli delle coppie omogenitoriali, il matrimonio egualitario, una riforma della legge sulle adozioni per single e per le coppie dello stesso sesso, il superamento della legge 164/1982 affinché le persone non binarie e trans possano autodeterminarsi. 

Eppure qualcosa finalmente inizia faticosamente a muoversi nel senso giusto, e l’apertura il mese scorso presso il Comune di Roma dell’Ufficio Diritti Lgbtq+ rappresenta un primo ma importante passo verso un’effettiva parità.  Chiediamo infatti una società che rifiuti la visione eteronormativa, il superamento del binarismo degli orientamenti sessuali ("gay” e lesbica”) e il riconoscimento della componente della “etnica” nella costruzione della soggettività sessuale. 
Diamo quindi a tutti voi appuntamento sabato 11 giugno al Roma Pride, in piazza della Repubblica alle ore 15.30 per sostenere i diritti negati e l’autodeterminazione della comunità Lgbtq+. Sarà anche l’occasione per chiedere una città sicura, gridare il nostro dissenso contro la guerra in Ucraina e per un cessate il fuoco, per pretendere un civile e democratico negoziato con tutti i governi coinvolti in questo scellerato conflitto. I diritti civili e sociali si ottengono solo camminando insieme!
0
0
0
s2sdefault
powered by social2s

Questo Sito Utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione sul sito. Se vuoi saperne di più leggi la Cookies Policy. Cookies Policy