Si è svolto questa mattina presso il Centro Congressi Frentani il lancio ufficiale per la nostra della stagione elettorale per le #RSU22.

Tanti gli interventi delle delegate e dei delegati di posti di lavoro, che ci hanno raccontato le loro esperienze di impegno al fianco di chi lavora nei servizi pubblici in questi anni di emergenza pandemica, ma anche in contesti più ordinari.
Dalle amministrazioni locali, ai ministeri, agli enti economici alle strutture sanitarie, le loro voci ci hanno trasportato in prima linea, dalle lotte per il riconoscimento delle indennità di emergenza-urgenza a quelle per la giusta regolamentazione del lavoro a distanza; dalla protezione delle donne da ogni tipo di violenza alla necessità sempre crescente di una formazione adeguata proprio come “sindacalisti”, per usare al meglio i nuovi canali comunicativi e raggiungere più da vicino chi lavora.
Insieme a Giancarlo Cenciarelli, Francesca De Rugeriis e Massimiliano De Luca, che sono intervenuti per conto dei tre settori interessati dalle elezioni (Funzioni Locali, Funzioni Centrali e Sanità), è intervenuto anche Michele Azzola, Segretario generale della Cgil di Roma e del Lazio:
“La Pa deve essere potenziata diventando amica dei cittadini. Una Pubblica amministrazione innovata è un ganglio fondamentale per far ripartire l’occupazione. Prendiamo i giovani, e invece di mandarli in giro per il mondo assumiamoli.”
In chiusura l’intervento di Serena Sorrentino, che ha posto l’accento sul carattere “polifonico” e plurale delle nostre rappresentanze, baluardo contro le tentazioni corporativistiche che emergono negli ultimi anni in alcuni settori.
“Nelle elezioni RSU dobbiamo comunicare la forza del "quadrato rosso" e lo dobbiamo fare con un linguaggio vicino ai lavoratori. Rappresentiamo tanti settori delle pubbliche amministrazioni, tante professionalità, territori, attività più o meno di prossimità ai cittadini e questa ricchezza è un grande valore per noi. Si candida nelle liste della FpCgil chi si riconosce nei nostri valori. Le persone votano chi è più vicino a loro e trasmette loro fiducia.”
Tra le tante sfide che ci attendono nella prossima fase due sono davvero centrali la Segretaria generale di Fp Nazionale ha ricordato la battaglia per le nuove assunzioni - “quando manca il personale qualsiasi innovazione nell’organizzazione del lavoro rischia di incidere sulla carne viva di chi lavora”, ed il contrasto all’esternalizzazione dei servizi - “il DL concorrenza rischia di destinare grosse somme pensate per il miglioramento e potenziamento dei servizi ai cittadini a soggetti privati che operano con la logica del profitto e non dell’interesse generale”.
La Fp cresce nel tesseramento e nella militanza grazie al grande lavoro di contrattazione e vertenzialita’ delle nostre delegate e delegati e questo perché anche nei mesi cupi della pandemia siamo stati capaci di essere concretamente vicino chi lavora e a tutti i cittadini del paese. È con questo spirito che dobbiamo affrontare questa nuova sfida, per garantire un vero avanzamento dei diritti ai cittadini, bisogna investire nel lavoro pubblico, aumentando la retribuzione, valorizzandone la professionalità , insieme con un reale avanzamento delle condizioni di lavoro non solo contrastando il precariato ma investendo su salute e sicurezza e nella formazione permanente.
Siamo costruttori di benessere, siamo un’organizzazione seria, radicata, inclusiva e la nostra forza sono proprio le delegate e i delegati a cui dedicheremo i prossimi mesi durante e oltre la campagna elettorale essendo sempre di più sindacato di comunità

0
0
0
s2sdefault
powered by social2s

Questo Sito Utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione sul sito. Se vuoi saperne di più leggi la Cookies Policy. Cookies Policy