FP CGIL ROMA LAZIO

testata smart FPromalazio

ico ministeri md

ico enti locali md

ico sanita md

ico privato sociale md

ico ministeri lg

ico igiene ambientale md

ico vigili fuoco md

ico sicurezza md

ico enti locali lg

ico sanita pubblica lg

ico sanita lg

ico privato sociale lg

ico igiene ambientale lg

ico vigili fuoco lg

ico sicurezza lg

ico ministeri sm

ico enti locali sm

ico blog md

ico regione md

ico info md

ico blog lg

ico sanita sm

ico regione lg

ico privato sociale sm

ico igiene ambientale sm

ico info lg

ico vigili fuoco sm

ico sicurezza sm

ico regione sm

ico info sm

Il lavoro non accetta discriminazione. Dal nostro palazzo, la casa dei lavoratori, vogliamo dare un messaggio chiaro ai cittadini, al quartiere, alle istituzioni. Lo diciamo in piazza e lo diciamo qui, in un quartiere che come il resto della città e del paese vive il crescente clima d’odio che porta a violenza, intolleranza, odio razziale. Lo contrastiamo in tutti i modi, anche simbolici, perché nulla va tralasciato. È la sintesi della nostra azione quotidiana. Alla narrazione dell’odio che costruisce nel più debole un nemico, criminalizza chi aiuta, rende giusta la difesa armata, opponiamo il racconto del nostro lavoro quotidiano, che mette in pratica davvero, per tutti e tutti i giorni, accoglienza e non discriminazione: facciamo nascere figli di donne di tutti i paesi, curiamo le ferite di un uomo senza guardare di che colore sia la sua pelle. Siamo assistenti sociali, medici e infermieri, mediatori culturali, vigili, operatori del 118. Siamo negli uffici delle Prefetture, siamo nelle cooperative del sistema Sprar e dei Centri accoglienza, siamo nei campi rom quando dobbiamo educare e scolarizzare, vigiliamo perché quando si ferma un servizio o si decide lo sgombero, in un campo, tutto si svolga nel rispetto e nella sicurezza delle vite coinvolte. Colmiamo anche le tante carenze organizzative, di risorse o pianificazione dei servizi, perché vogliamo rendere davvero accessibili a tutti quei diritti universali che il sistema pubblico può e deve garantire.

Abbiamo un solo colore, il rosso, e lo siamo dentro, perché è il colore del sangue di ogni essere umano. Esiste un’altra storia, e la raccontiamo tutti i giorni. La storia di una comunità che rispetta, accoglie, comprende, lavora e propone risposte eque e universali. Noi ne siamo parte, da sempre.

#MaiPiùRazzismi
#MaiPiùFascismi

0
0
0
s2sdefault
powered by social2s

Questo Sito Utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione sul sito. Se vuoi saperne di più leggi la Cookies Policy. Cookies Policy