FP CGIL ROMA LAZIO

testata smart FPromalazio

ico ministeri md

ico enti locali md

ico sanita md

ico privato sociale md

ico ministeri lg

ico igiene ambientale md

ico vigili fuoco md

ico sicurezza md

ico enti locali lg

ico sanita pubblica lg

ico sanita lg

ico privato sociale lg

ico igiene ambientale lg

ico vigili fuoco lg

ico sicurezza lg

ico ministeri sm

ico enti locali sm

ico blog md

ico regione md

ico info md

ico blog lg

ico sanita sm

ico regione lg

ico privato sociale sm

ico igiene ambientale sm

ico info lg

ico vigili fuoco sm

ico sicurezza sm

ico regione sm

ico info sm

Cgil, Cisl e Uil denunciano la critica situazione del comando dei vigili del fuoco di Roma. Una grave carenza degli automezzi che continua a peggiorare, esponendo lavoratori e cittadini a enormi rischi. 
Ci sono solo tre autoscale disponibili per un territorio di oltre 5300 kmq e con oltre 4 milioni e mezzo di cittadini. Per i circa tre milioni di abitanti della città di Roma, solo due sono le autoscale disponibili, che continuamente vengono spostate in ogni quartiere, da Torrevecchia a Pietralata, dall'Eur a Prati, e spesso vengono portate anche fuori città, in altre zone della provincia. La terza è dislocata a 90 km da Roma, e serve la città di Civitavecchia e l'intera area nord della provincia. Due quadranti della città, sud est e sud ovest, come l'intera area provinciale su queste direttrici, dai Castelli a Palestrina a Tivoli, fino Subiaco, sono interamente scoperti, così come l'intero litorale, da Ostia a Anzio-Nettuno, è senza autoscale per il soccorso. 
“La situazione per Roma è insostenibile – denunciano i responsabili territoriali di FN CISL UIL CGIL – e lo abbiamo ribadito oggi ai nostri vertici. Le criticità ormai strutturali necessitano di interventi urgenti e straordinari. 
Si corre sul filo del rasoio e i rischi per i cittadini e per la stessa sicurezza dei vigili in servizio sono elevatissimi, considerando i tempi di arrivo dei mezzi aerei in forte carenza rispetto a quanto previsto dal dispositivo. 
Un'inerzia dell'amministrazione, a vari livelli, che sembra insensibile ai possibili pericoli cui andiamo incontro, e che non tolleriamo, dopo anni di denunce sulle condizioni in cui versa il corpo, su mezzi, personale e sicurezza”.
 
    FPCGILVVF    FNS C.I.S.L.      UIL VVF
 
COORDINAMENTI E FEDERAZIONE NAZIONALE DELLA SICUREZZA VIGILI DEL FUOCO DI ROMA
 
 
0
0
0
s2sdefault
powered by social2s

Questo Sito Utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione sul sito. Se vuoi saperne di più leggi la Cookies Policy. Cookies Policy