testata 2019

testata smart 2019

ico ministeri md

ico enti locali md

ico sanita md

ico privato sociale md

ico ministeri lg

ico igiene ambientale md

ico vigili fuoco md

ico sicurezza md

ico enti locali lg

ico sanita pubblica lg

ico sanita lg

ico privato sociale lg

ico igiene ambientale lg

ico vigili fuoco lg

ico sicurezza lg

ico ministeri sm

ico enti locali sm

ico blog md

ico regione md

ico info md

ico blog lg

ico sanita sm

ico regione lg

ico privato sociale sm

ico igiene ambientale sm

ico info lg

ico vigili fuoco sm

ico sicurezza sm

ico regione sm

ico info sm

 Il coordinamento provinciale Fp Cgil Vigili del Fuoco di Roma e Lazio torna a denunciare l’insostenibile carenza di autoscale di soccorso per il territorio di Roma e Provincia.

“Una situazione drammatica, che denunciamo da tempo. Ci sono due sole autoscale per l'intera città di Roma, più altre due per la provincia, una a Ostia e una a Civitavecchia. Sono interamente scoperti i quartieri Sud ed Est della Capitale e intere zone della provincia , Pomezia, Anzio, Velletri, Castelli. Proprio al Quadraro, questa mattina, per un incendio di appartamento l'autoscala più vicina ha impiegato circa mezz'ora per giungere sul posto. Le squadre presenti sono come sempre stati in grado di affrontare e risolvere l’emergenza, ma in questo modo i lavoratori sono costretti a condizioni di intervento difficili, con maggiore esposizione al rischio, per sé e per i cittadini soccorsi”.

“Su interi quartieri dell'area urbana e su tutta l'area Sud della provincia, dai Castelli romani al litorale, non ci sono le condizioni operative per garantire l’arrivo del mezzo per il soccorso in altezza in tempi certi e dignitosi. E 4 autoscale per un territorio di oltre 5300 kmq con oltre 4 milioni e mezzo di cittadini continuano a non essere sufficienti”, prosegue la Fp Cgil.

“Alla carenza di mezzi, si aggiungono incomprensibili parametri sulla base del quale viene calcolato il numero minimo di automezzi necessari per la Capitale, ma il calcolo dista anni luce dalla realtà del territorio. Oltre alla necessità di potenziare gli organici, come chiediamo da anni, è sempre più urgente che si prendano provvedimenti per ripristinare l’efficienza degli interventi e si garantiscano a livello strumentale le adeguate condizioni di tutela per le centinaia di migliaia di cittadini residenti in quelle aree, e per i Vigili del Fuoco stessi”, conclude il sindacato.

0
0
0
s2sdefault
powered by social2s

Questo Sito Utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione sul sito. Se vuoi saperne di più leggi la Cookies Policy. Cookies Policy