testata 2019

testata smart 2019

ico ministeri md

ico enti locali md

ico sanita md

ico privato sociale md

ico ministeri lg

ico igiene ambientale md

ico vigili fuoco md

ico sicurezza md

ico enti locali lg

ico sanita pubblica lg

ico sanita lg

ico privato sociale lg

ico igiene ambientale lg

ico vigili fuoco lg

ico sicurezza lg

ico ministeri sm

ico enti locali sm

ico blog md

ico regione md

ico info md

ico blog lg

ico sanita sm

ico regione lg

ico privato sociale sm

ico igiene ambientale sm

ico info lg

ico vigili fuoco sm

ico sicurezza sm

ico regione sm

ico info sm

La Cooperativa avvia la ricognizione relativa alle attività svolte a distanza dalle scuole per gli alunni destinatari del servizio.

Disponibilità
La cooperativa deve chiedere ai lavoratori sia la disponibilità all’attività di sostegno alla didattica resa a distanza che la disponibilità per lo svolgimento di prestazioni rese a domicilio.
Il lavoratore può rifiutarsi e comunque gli deve essere garantito il reimpiego in altre attività dell’assistenza scolastica ai disabili al fine di raggiungere le ore di assistenza assegnate.

Risorse
La cooperativa deve fare la ricognizione della strumentazione necessaria per i lavoratori a svolgere il servizio e fornirla agli stessi (computer, connessione, telefono).
Si dovrà avere anche un’attenzione particolare per la tutela della privacy dei lavoratori nei contatti con le famiglie e gli alunni.

Formazione
La Cooperativa deve realizzare un momento formativo all’avvio dell’attività e la formazione necessaria in caso di attivazione delle prestazioni domiciliari.

Modalità operative
Le attività dovranno essere svolte in una fascia oraria compatibile con l’orario contrattuale di lavoro ed in una fascia oraria definita che non vada oltre le 8 ore di lavoro al giorno.

Richiesta domiciliare
Caso 1
La cooperativa prevede la prestazione domiciliare, la famiglia non è disponibile. Si rimodula il servizio.

Caso 2
La cooperativa prevede la prestazione domiciliare, la famiglia è disponibile, il lavoratore assegnato all’alunno non da la disponibilità. La Cooperativa individuerà un altro lavoratore.
Il lavoratore che non ha dato la disponibilità utilizzerà le ore previste in altra attività.

Caso 3
La cooperativa prevede la prestazione domiciliare, la famiglia è disponibile, il lavoratore è disponibile. La famiglia mette a disposizione i DPI necessari per i familiari dell’alunno. Il lavoratore deve essere formato dalla cooperativa per la sicurezza e deve avere a disposizione i DPI necessari. In caso di mancato rispetto di quanto previsto per la sicurezza il lavoratore deve informare immediatamente la cooperativa e comunicare il rinvio del servizio.

Pagamento
Se la Cooperativa rendiconta e percepisce il 100%, i lavoratori devono percepire il 100% di quanto previsto in base alle ore assegnate da prima della sospensione.

Rimodulazione e FIS
In caso di rimodulazione al 100% il FIS viene interrotto.

0
0
0
s2sdefault
powered by social2s

Questo Sito Utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione sul sito. Se vuoi saperne di più leggi la Cookies Policy. Cookies Policy