testata 2019

testata smart 2019

ico ministeri md

ico enti locali md

ico sanita md

ico privato sociale md

ico ministeri lg

ico igiene ambientale md

ico vigili fuoco md

ico sicurezza md

ico enti locali lg

ico sanita pubblica lg

ico sanita lg

ico privato sociale lg

ico igiene ambientale lg

ico vigili fuoco lg

ico sicurezza lg

ico ministeri sm

ico enti locali sm

ico blog md

ico regione md

ico info md

ico blog lg

ico sanita sm

ico regione lg

ico privato sociale sm

ico igiene ambientale sm

ico info lg

ico vigili fuoco sm

ico sicurezza sm

ico regione sm

ico info sm

Assunto nel SSR durante l’emergenza Covid19? Se già lavoravi a tempo determinato o indeterminato presso una struttura privata o tramite coop, ti sei dimesso in seguito alla chiamata e il datore di lavoro ti ha trattenuto il mancato preavviso, rivolgiti alla Cgil!
Il preavviso non era dovuto e la conseguente trattenuta è indebita: stanno arrivando già le prime sentenze del Tribunale a favore dei lavoratori che hanno avviato con noi l’istanza legale per le ingiunzioni di pagamento.
È il caso, ad esempio, di S., dipendente a tempo determinato di una cooperativa sociale e inquadrata come Infermiere Professionale (livello D2 CCNL Coop sociali): si è rivolta alla Funzione Pubblica e all'Ufficio vertenze CGIL Roma Lazio ed il Tribunale di Roma ha disposto il decreto ingiuntivo riconoscendo alla lavoratrice il diritto alla restituzione di quanto indebitamente trattenuto, oltre agli interessi maturati.

“Tutti gli operatori sanitari del SSR, già titolari di rapporto di lavoro a tempo determinato o indeterminato in aziende ed enti del SSR o impiegati a vario titolo in strutture pubbliche, private o private accreditate, laddove chiamati da graduatorie di avviso o concorso pubblico per l’assunzione a tempo indeterminato, considerata la situazione di emergenza, sono esonerati dal rispetto del termine di preavviso normativamente previsto. È altresi concessa in via straordinaria la portabilità delle ferie pregresse maturate nell’azienda di provenienza”.

Così dispone chiaramente l’ordinanza regionale del 17 marzo 2020 che disciplina le modalità di assunzione di personale durante l’emergenza Covid-19, attraverso scorrimento di graduatorie da concorso pubblico o di avviso pubblico (gran parte, per gli infermieri, dal grande bacino della graduatoria dell’A.O.U. “S.Andrea" o, per gli OSS, dell'avviso pubblico dell’Istituto “Spallanzani”), o procedure di mobilità o avvisi per manifestazione di interesse.

Come per S., in tanti altri casi le aziende o coop di provenienza hanno indebitamente trattenuto dall’ultima busta paga il mancato preavviso. Un danno economico e un’appropriazione indebita che non trova fondamento né nelle norme né nelle successive disposizioni e regolazioni regionali.

Sei un operatore sanitario pubblico (OSS, medico, infermiere o altro) assunto per l’emergenza Covid 19, a tempo determinato o indeterminato, che già lavorava nel privato e quanto ti sei dimesso il datore di lavoro ti ha trattenuto il mancato preavviso, scrivici subito a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. o contatta il tuo delegato Fp Cgil per l’immediata azione con i nostri legali!

0
0
0
s2sdefault
powered by social2s

Questo Sito Utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione sul sito. Se vuoi saperne di più leggi la Cookies Policy. Cookies Policy