testata 2019

testata smart 2019

ico ministeri md

ico enti locali md

ico sanita md

ico privato sociale md

ico ministeri lg

ico igiene ambientale md

ico vigili fuoco md

ico sicurezza md

ico enti locali lg

ico sanita pubblica lg

ico sanita lg

ico privato sociale lg

ico igiene ambientale lg

ico vigili fuoco lg

ico sicurezza lg

ico ministeri sm

ico enti locali sm

ico blog md

ico regione md

ico info md

ico blog lg

ico sanita sm

ico regione lg

ico privato sociale sm

ico igiene ambientale sm

ico info lg

ico vigili fuoco sm

ico sicurezza sm

ico regione sm

ico info sm

Dopo l'audizione di oggi in Commissione Lavoro del Consiglio Regionale del Lazio "rimangono ancora troppi nodi aperti sul futuro dei 129 Lavoratori di Lazio Ambiente". Lo scrivono, in una nota congiunta, la Cgil di Roma e del Lazio, la Cisl del Lazio, la Uil del Lazio e le categorie di Fp e Filctem Cgil, Fit e Femca Cisl Lazio e Uiltec Lazio.

"Per giovedì - continua la nota - è stato fissato un nuovo incontro dall'assessorato al Lavoro. Ci aspettiamo che la Regione arrivi finalmente con proposte chiare e concrete per risolvere la vertenza. Oggi, durante l'audizione, abbiamo ribadito unitariamente come in questi anni i lavoratori abbiano pagato un prezzo altissimo per le varie crisi vissute dall'azienda e come sia indispensabile un intervento normativo da inserire nel collegato in discussione in queste ore in consiglio. Questo per far in modo che il personale per cui a oggi non sono previste attività all'interno di Lazio Ambiente venga ricollocato all'interno delle altre partecipate o di altri enti della Regione".

"Lazio Ambiente è una società partecipata al 100 per cento da parte della Regione Lazio - proseguono i sindacati nel comunicato - e quindi questa è la strada da percorrere. Ancora una volta abbiamo chiesto che nuove attività vengano affidate a Lazio Ambiente dopo la chiusura della discarica, partendo da quelle legate all'attuazione del piano regionale dei rifiuti, sfruttando così a pieno le professionalità presenti all'interno dell'azienda. Ci aspettiamo che già a partire dalle prossime ore le dichiarazioni di tutti i soggetti politici oggi in commissione per mantenere i salari e i livelli occupazionali trovino riscontro in atti concreti.

Fino a quando non ci saranno certezze per tutte le lavoratrici e i lavoratori proseguirà la mobilitazione come avvenuto oggi in consiglio. Il prossimo appuntamento è giovedì sotto la sede della giunta regionale a sostegno della delegazione sindacale durante l'incontro previsto con l'assessorato al Lavoro".

0
0
0
s2sdefault
powered by social2s

Questo Sito Utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione sul sito. Se vuoi saperne di più leggi la Cookies Policy. Cookies Policy