testata 2019

testata smart 2019

ico ministeri md

ico enti locali md

ico sanita md

ico privato sociale md

ico ministeri lg

ico igiene ambientale md

ico vigili fuoco md

ico sicurezza md

ico enti locali lg

ico sanita pubblica lg

ico sanita lg

ico privato sociale lg

ico igiene ambientale lg

ico vigili fuoco lg

ico sicurezza lg

ico ministeri sm

ico enti locali sm

ico blog md

ico regione md

ico info md

ico blog lg

ico sanita sm

ico regione lg

ico privato sociale sm

ico igiene ambientale sm

ico info lg

ico vigili fuoco sm

ico sicurezza sm

ico regione sm

ico info sm

La lettera che il 7 novembre è stata inviata all'Amministratore delegato e alla responsabile delle relazioni sindacali di Zètema Progetto  Cultura da CGIL CISL UIL UGL e RSU. 

Dalle gravi sostituzioni del personale in sciopero il 25 ottobre, alla mancanza di confronto su assetto organizzativo, carenze di organico, criteri di valutazione, fino alle possibili variazioni del Contratto di Servizio con Roma Capitale (qui la nota ai lavoratori sul tavolo dell'11 novembre): 

Il testo della lettera: 

Spett.le Zètema Progetto Cultura

Dott. Remo Tagliacozzo
AMMINISTRATORE DELEGATO

Dott.ssa Lucia Di Cicco

RESP. RELAZIONI SINDACALI

Roma, 07 novembre 2019
Oggetto: Rispetto delle Relazioni Sindacali.

Le scriventi OO.SS. e RSU, unitamente, concordando sull’esigenza del rispetto di quanto dettato dalla L. 300/70 (Statuto dei Lavoratori), relativamente al corretto svolgimento delle relazioni sindacali, esprimono profondo disappunto per comportamenti inaccettabili, protrattasi ormai da troppo tempo, di seguito riportate:


1. Inammissibile comportamento tenuto in occasione dello sciopero del 25 ottobre u.s., durante il quale è stato sostituito il personale in sciopero e sul quale si stanno
valutando le eventuali azioni legali da intraprendere;

2. Mancate risposte da parte dell’Azienda alle diverse segnalazioni ufficialmente promosse da ogni singola Organizzazione;

3. Mancate convocazioni del tavolo delle RSU per intervalli di tempo troppo lunghi in considerazione delle molteplici criticità e tematiche con urgenza di confronto, al netto
di quella prevista per il prossimo 11 novembre che arriva, ad ogni modo, a distanza di diversi mesi di silenzio, nonostante i solleciti;

4. Mancata condivisione sui nuovi processi che riguardano l’assetto organizzativo aziendale, come ad esempio i criteri di valutazione delle performance e le modalità di
applicazione.

Si rimane oltre modo stupiti per quanto appreso, nel corso di una recente Commissione Consiliare, su contenuti non preventivamente esposti in sede sindacale, a riguardo della scadenza delle graduatorie concorsuali e su eventuali criticità del prossimo nuovo Contratto di Servizio tra Amministrazione di Roma Capitale e Zètema (vedi Call Center ed il dichiarato calo di accessi telefonici da parte dell’utenza non riscontrato però dai lavoratori stessi). Relativamente al Contratto di Servizio, si ritiene grave che a circa un
mese e mezzo dalla naturale scadenza, le Organizzazioni Sindacali e la RSU tutta, non abbiano ricevuto mai, da parte dell’Azienda, alcuna informazione specifica sul merito delle trattative. Si evidenziano altresì le tematiche da sempre sollecitate, senza aver ricevuto alcun riscontro, quali ad esempio la notevole carenza di organico nei servizi front-office, per la quale si è ancora in attesa del prospetto sul fabbisogno organico, utile ad effettuare il regolare turnover. La necessità che le graduatorie interne relative all’ampliamento orario (da part-time a full-time) possano scorrere. La mancata discussione sulle problematiche di alcuni siti particolarmente disagiati, nonostante le continue segnalazioni promosse a
seguito di sopralluoghi di RSU e RLS (vedi ad esempio i Fori Imperiali dove le soluzioni intraprese sono risultate assolutamente carenti). Si ricorda la necessità di chiudere le Valorizzazioni del personale (anno 2018) previste dal precedente accordo sindacale entro il mese di dicembre e di intraprendere la discussione di quelle relative all’anno 2019, anch’esse da effettuarsi entro dicembre p.v. e pertanto già in ritardo sulla discussione.

Vista l’imminente scadenza del Contratto Integrativo, si sollecita la immediata discussione per il suo rinnovo. Si ricorda, inoltre, la necessità del rispetto degli accordi sottoscritti e la maggiore trasparenza nell’applicazione degli stessi.

Tale situazione, nel suo complesso, ha generato nel corso del tempo, un diffuso stato di malcontento tra i lavoratori e un senso di sfiducia verso l’Azienda che non si può consentire si protragga ulteriormente. Pertanto, le scriventi chiedono che vengano ripristinate le corrette relazioni sindacali con una serrata calendarizzazione degli incontri sulle tematiche sopra riportate. In assenza della quale si provvederà ad attuare tutte le iniziative che si riterranno opportune.
Cordiali saluti.


F.to. CGIL CISL UIL UGL e RSU di Zètema

Scarica la lettera in pdf

0
0
0
s2sdefault
powered by social2s

Questo Sito Utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione sul sito. Se vuoi saperne di più leggi la Cookies Policy. Cookies Policy