FP CGIL ROMA LAZIO

testata smart FPromalazio

ico ministeri md

ico enti locali md

ico sanita md

ico privato sociale md

ico ministeri lg

ico igiene ambientale md

ico vigili fuoco md

ico sicurezza md

ico enti locali lg

ico sanita pubblica lg

ico sanita lg

ico privato sociale lg

ico igiene ambientale lg

ico vigili fuoco lg

ico sicurezza lg

ico ministeri sm

ico enti locali sm

ico blog md

ico regione md

ico info md

ico blog lg

ico sanita sm

ico regione lg

ico privato sociale sm

ico igiene ambientale sm

ico info lg

ico vigili fuoco sm

ico sicurezza sm

ico regione sm

ico info sm

5787La Filcams Cgil Roma Lazio e la Fp Cgil Vigili del Fuoco Comando Provinciale di Roma denunciano congiuntamente i tagli agli appalti per le mense dei pompieri. Dal 31 dicembre alle strutture dei Vigili del Fuoco con meno di 15 pompieri non si offrirà più il servizio ma dei pasti che verranno consegnati.

Già dal mese di marzo la Fp Cgil Vvf ha cercato, con la convocazione di stati di agitazione su tutto il territorio nazionale, di mettere freno al taglio di un altro diritto conquistato e sancito contrattualmente per il Corpo, contestando quelle circolari che in un’ottica unicamente ragionieristica e di contenimento della spesa  stanno cancellando con un tratto di penna il diritto alla mensa.

La gara di appalto ancora deve essere aggiudicata definitivamente, ma la proposta prevede una riduzione degli orari di lavoro e dei salari di chi opera nelle mense. Senza correttivi “la riduzione non sarà solo qualitativa - aggiunge la Filcams Cgil Roma Lazio - ma anche quantitativa, sia per chi offre il servizio che per chi ne usufruisce: riduzione delle scelte dei pasti; riduzione degli orari e dei salari generalizzata, tra il 40 e il 60%, il che in termini di unità lavorative full time determinerà prevedibilmente un esubero di 15 unità. La novità introdotta del veicolato, ovvero dei pasti portarti e non preparati sul posto, determina anche un diffuso ricorso al demansionamento”.

“Il servizio per il nostro lavoro non rappresenta una pausa lavorativa – aggiunge la Fp Cgil Vigili del Fuoco del comando provinciale di Roma - ma un aspetto legato alla qualità della prestazione e alla tutela della salute. Già troppi sono i tagli che abbiamo subito. E riteniamo intollerabile che questo ricada sulla qualità di vita e di lavoro di chi opera per la sicurezza e la tutela dei cittadini”.

Se da un lato i pompieri non escludono il ritorno alla mobilitazione, dall’altro i lavoratori delle mense hanno paura per la propria stabilità lavorativa. “Il risultato di una simile operazione – concludono Fp e Filcams Cgil – non potrà che essere la perdita di posti di lavoro da una parte e la perdita di un diritto dall’altra, oltre al paradosso di una categoria come quella dei pompieri, esaltati durante le emergenze e lasciati senza mensa nella vita di tutti i giorni”.

Comunicato stampa Filcams Cgil Roma Lazio ed Fp Cgil Vigili del Fuoco Comando Provinciale Roma

0
0
0
s2sdefault
powered by social2s

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice. Leggi di più